VIDEO

REALIZZAZIONE DI UN VIDEO

Realizzare un video (industriale, aziendale, istituzionale, videoclip, fashion video o un documentario) non è sempre semplice.

Comprendere come farlo e come si definisce l'intero processo di realizzazione, farà risparmiare tempo, denaro e possibili malintesi.

 

E' indispensabile ricordare che la realizzazione di un video, qualsiasi esso sia, è il risultato di più fattori, ma i fondamentali sono sicuramente la profonda collaborazione professionale, un intenso e continuo scambio di idee e il massimo imprescindibile rispetto tra il cliente e chi lo realizzerà.

 

IL BUDGET

 

Per poter stabilire il budget è fondamentale per prima cosa definire lo scopo del video, determinare se è, per esempio, per uso privato o per uso aziendale interno, per pubblicizzare un evento o per documentarlo, per promuovere un marchio o una collezione.

 

Il preventivo di un video è molto variabile, di conseguenza le domande “quanto costa fare un video” o “qual’è il preventivo di un video?” non potranno mai avere, inizialmente, risposte esaustive per via degli innumerevoli fattori che entrano in gioco. Una delle risposte più comuni nelle primissime fasi sarà quindi “qual’è il budget che si ha a disposizione”?

 

Si può pensare di realizzare un filmato con immagini di repertorio, con più o meno giorni di riprese, con riprese in posti diversi, con una o più camere, con o senza attori/modelli, con o senza audio, dialoghi, con effetti digitali e animazioni 3D, virtuali etc…

 

I video aziendali di importanti multinazionali o Enti Governativi hanno prezzi che si aggirano da 30.000 € in sù. I video aziendali, generalmente, hanno prezzi che oscillano notevolmente tra i 1.000 € e i 30.000 €. Ecco perché è importante programmare bene il proprio progetto. 

 

Esistono alcuni semplici accorgimenti per stabilire cosa sia più appropriato a seconda delle diverse esigenze e disponibilità.

 

Indicare subito il budget che si ha a disposizione, anche in modo approssimativo, permette di proporre delle offerte più realistiche. L’approccio migliore è concordare o comunque scegliere una modalità di realizzazione: 

1) low budget

2) standard

 

3) articolate

 

Per ciascuna modalità si potranno pensare più opzioni così da definire quella che più si adatta alle specifiche esigenze.

 

IL PUBBLICO DI RIFERIMENTO

É importantissimo capire chi sia il pubblico di riferimento, i probabili fruitori del video: clienti, investitori, addetti ai lavori, pubblico giovanile o maturo.

 

Il messaggio del video avrà successo solo se lo si penserà per il pubblico a cui si rivolgerà.

 

Iniziare a pensare al potenziale pubblico da raggiungere aiuterà a definire tutti gli altri aspetti da prendere in considerazione. Sarà anche interessante individuare quali reazioni si vogliano suscitare, quali informazioni si vogliano diffondere e soprattutto quali informazioni si vogliano far ricordare.

I CONTENUTI

E' fondamentale capire quello che possa servire per la realizzazione del video, per iniziare a scrivere un testo, un’idea, uno storyboard e definire l'atmosfera desiderata.

Maggiore sarà la qualità del materiale fornito, maggiore sarà la qualità del prodotto finale.

LE SCADENZE (DEATHLINE)

 

Capita sovente che la richiesta della realizzazione del video sia a ridosso della data di pubblicazione. Di conseguenza si lavorerà di corsa, spesso in modo approssimativo, senza aver il tempo di preparare nei dettagli la realizzazione, a partire dall'idea. 

La scelta di fare un video deve prevedere tempi più o meno "comodi", a seconda dell'idea, del budget, e delle risorse (umane, tecniche, logistiche, organizzative) che si hanno a disposizione. 

La sola scelta della location, o degli attori, potrebbe richiedere anche un intero mese.

 

E' quindi sempre consigliabile considerare almeno 1 mese per la fase di pre-produzione e, per la fase di post-produzione, almeno 3-4 settimane per i video più semplici e fino 6-8 settimane per quelli più complessi.

L'AUDIO

Uno dei aspetti più importanti e spesso meno considerati è l'audio da utilizzare nel video.

Non tutti sanno, per esempio, che l'utilizzo della musica è sottoposto a numerose limitazioni, dovute per lo più ai diritti di autore, di utilizzo etc..

 

E' quindi opportuno tenere ben a mente che l’audio, determinante per la buona riuscita del prodotto, deve essere concordato accuratamente prima, così da pensare di acquistare dei brani royalty free * nelle vastissime librerie on line specializzate, o contattare un compositore per creare appositamente il tema musicale pensato per il progetto.

* si tratta di un tipo di licenza che permette l’utilizzo di risorse (foto, video o, come in questo caso, di tracce musicali) ovviando ai limiti dei diritti di autore e delle relative restrizioni sul suo utilizzo, pagando una cifra iniziale più o meno contenuta.

 

LE EVENTUALI (INEVITABILI) MODIFICHE

Ogni rapporto professionale prevede un contratto tra le parti in cui siano definiti tutti gli aspetti, tra cui quelli economici, legali, tempistici etc...  

Valutare, per esempio, le implicazioni dei diritti di autore, le liberatorie, aiuterà ad avere meno problemi con la distribuzione del prodotto finito, ma è comunque fondamentale considerare l'aspetto delle eventuali, spesso inevitabili, modifiche future.

 

All’inizio si pensa di non averne bisogno ma in 8 casi su 10 è davvero inevitabile. Negoziando prima per la loro fornitura, si potrà effettuare il miglior preventivo possibile, sopratutto in relazione all'idea iniziale. Spesso modifiche importanti possono essere effettuate con un impatto relativamente basso, rispetto al costo totale, se opportunamente preventivate.

 

Lo stesso discorso è ovviamente applicabile ai tempi di consegna che, nel caso in cui siano state previste le tempistiche necessarie per apportare le modifiche, saranno attentamente considerati nel piano di lavoro dell'intero progetto.

 

Ogni passo dovrebbe essere accuratamente concordato: si evitaranno sorprese, contrattempi e malintesi e si risparmierà sicuramente su tempo e budget. 

Modificare un progetto concluso, porterà dei costi aggiuntivi. Con un minimo di attenzione e collaboarazione si riuscirà ad evitarli ed ad avere il video nei tempi e costi previsti.